DA PARTECIPANTE AD ALUNNO E DA ALUNNO A FACILITATORE: 504 giorni da che ho cominciato una nuova vita.

UN SOGNO DIVENUTO REALTÀ

Testimonianza di Ramón Alan Enriquez, Facilitatore integrale di Ayahuasca International.

 

Mi sono incontrato con Ramón a Cancún-Messico nel luglio 2016 – era appena arrivato dal Cile – e ci siamo messi a ricordare quando ci siamo conosciuti, quasi 2 anni fa, sempre qui nella Riviera Maya, dove avevo realizzato un Ritiro di 11 giorni assieme alla mia compagna Paula. Quella volta Ramón disse con sicurezza “Voglio diventare un facilitatore di questa organizzazione internazionale”. Di lì a pochi mesi raccolse tutte le sue cose e si trasferì dal Messico alla Spagna, per essere formato nella mia Scuola. Nel giro di un anno e mezzo Ramón ha fatto dei progressi incredibili nella sua formazione, in qualità di facilitatore. Lo misi alla prova e gli dissi che avrebbe dovuto andare ad Amsterdam per un ritiro di 8 giorni, poi a Berlino per due ritiri, uno di 3 giorni e l’altro di 6… totale: 17 giorni di ritiro in neanche 3 settimane. Mi rispose: “OK, CI VADO”. Immediatamente Paula gli comprò tutti i biglietti di cui aveva bisogno. Eravamo in un hotel, quindi uscimmo a scattarci una foto e in quel momento gli chiesi anche di inviarmi di lì a due giorni una breve testimonianza, poiché desidero che ogni alunno racconti come è stata la sua esperienza.

 

Queste sono le sue parole:

«Il 24 febbraio del 2015 (504 giorni fa, oggi è il 12 luglio del 2016) giunsi per la prima volta in Spagna. Allora vivevo a Città del Messico e stavo per lasciarmi una vita alle spalle. Lavoravo in una banca del Governo Federale Messicano, molto ben remunerato, riuscivo a soddisfare tutti i miei bisogni. Avevo molti amici che amo e che porterò sempre con me nel cuore, che mi hanno accompagnato nella buona e nella cattiva sorte. Una famiglia che nonostante la distanza è stata sempre pronta a sostenermi con tutto il suo amore. Stavo separandomi da una città che mi aveva insegnato molte cose e che mi ha visto crescere.

Tuttavia, nonostante all’epoca la vita mi sorridesse, pensavo che non fosse tutto lì, che ci fosse qualcos’altro di più. Mi ci vollero 5 mesi per prendere una decisione, da dopo il mio primo viaggio nella foresta Amazzonica Colombiana, nel Putumayo… un’esperienza unica. Armato di valigia e zaino, mi sono imbarcato per un’avventura verso l’Europa all’insegna dell’incertezza, senza niente di sicuro, senza sapere cosa sarebbe successo.

Arrivai diretto al primo giorno del Ciclo Formativo della Scuola Europea Ayahuasquera, uno spazio che mi ha dato tanto, che mi ha permesso di approfondire il mio processo. C’è solo gratitudine verso tutti i maestri, verso tutta la squadra, verso la mia famiglia spirituale. Quel ciclo è stata un’esperienza di trasformazione, che ha confermato ciò che il mio cuore aveva deciso. Per qualsiasi cosa scegliate di fare o per qualsiasi decisione dobbiate prendere, seguite sempre il cuore.

Ora mi trovo a Città del Messico, di ritorno da Santiago del Cile, dove ho lavorato come facilitatore in un ritiro di Evoluzione Interiore, nel quale vi sono state notti magiche, guarigioni spettacolari di molte persone e processi di trasformazione avvenuti in partecipanti esattamente come a suo tempo è successo a me.

Sono grato per ogni momento che ho vissuto, da che presi quell’aereo. Ho compreso paure, colpe, giudizi, condizionamenti, spazzatura mentale che non fa altro che limitare la mia libertà. Ma non significa che questa roba non si presenti più nella mia vita, anzi, di fatto diventa sempre più complesso il tutto. Tuttavia dispongo della fiducia e dell’opportunità di osservarmi in ogni attività che faccio, sia essa un ritiro, un Ciclo Formativo o un viaggio in foresta.

In qualità di Facilitatore autorizzato dalla Scuola Europea Ayahuasquera ho visitato molti Paesi in America e in Europa e ringrazio la Vita per l’opportunità che mi ha dato di viaggiare e conoscere diverse culture, tradizioni e usi. Comunque, alla fine, siamo tutti uno: fuori cambia la forma, ma dentro è uguale. Tutti a cercare la stessa cosa: essere ciò che siamo venuti ad essere in questa vita… fiorire, scoprire le nostre potenzialità e adempierle in maniera naturale.

Non è che io viva a “Disneyland”, dove è tutto rose e fiori, capiamoci. Ho passato sia momenti di allegria che di tristezza, sia momenti dolorosi che di pace e gioia. Sempre intensamente. Ed è proprio questo il Mistero, vivere ogni momento, secondo per secondo, al limite. Stare nel Qui e Ora, lasciandosi fluire nell’esistenza.

Adesso sono pronto per iniziare un nuovo capitolo: l’espansione di Inner Mastery International Messico, accompagnato dalla mia famiglia: Hendara, Samuel e il mio futuro figlio Kenai. Poter condividere con conoscenti, amici, famiglia e con chiunque sia disposto a sfidare la struttura mentale nella quale vive. Disposto a smettere di puntare all’esterno e guardarmi dentro.

Grazie per l’invito all’evoluzione e all’espansione di coscienza che mi dà la vita»

Alberto Varela

nosoy@albertojosevarela.com

Quota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su