GENTE CHE SI LANCIA IN ESPERIENZE DI GUARIGIONE: La paura e l’ansia mi stavano mangiando vivo, ma ho tirato fuori la grinta e mi sono fatto coraggio a provare.

LETTERA DI UN PARTECIPANTE A DUE RITIRI DI EVOLUZIONE INTERIORE CON AYAHUASCA E BUFO ALVARIUS

«Non avevo mai sentito prima una cosa simile!!! Penso che unire Ayahuasca e Bufo Alvarius sia un matrimonio perfetto per la guarigione»

Ho avuto un’esperienza che non posso nemmeno cominciare a descrivere, la vostra casa è un santuario di cura assoluta!!! I facilitatori e i responsabili del ritiro, Eric e Alberto, hanno fatto un lavoro incredibile per accompagnarmi in questo viaggio verso la fonte, all’origine!!!

Non penso di essere capace di spiegare a prole un’esperienza così profonda, posso soltanto dire che l’anno scorso, dopo un viaggio a New York, ero interessato a conoscere da vicino questa medicina naturale, così il terzo giorno a Madrid, esattamente il 27 aprile 2016, chiamai Sergio, uno psicologo e consulente della vostra organizzazione, avevo trovato le info in internet, e decisi quindi di partecipare ad un ritiro di 4 giorni.

La paura e l’ansia mi stavano mangiando vivo, ma ho tirato fuori la grinta e mi sono fatto coraggio a provare quest’esperienza.

Quando giunsi alla casa si respirava un’aria di tranquillità… la gente che mi ricevette era molto preparata e affettuosa, mi aiutarono nel pomeriggio ad affrontare la notte con Ayahuasca.

In pochi giorni ho fatto l’ego a pezzi. “Porca miseria, e adesso che faccio?” ho pensato. Il processo che ho affrontato era stato molto duro, i traumi e gli schemi che guidavano la mia vita erano come una barca che navigava in acque profonde e nere.

Passarono i mesi e con l’aiuto dei facilitatori di Ayahuasca International (Sergio, Victor e Cesar) ho affrontato il cambiamento.

Avevo ancora sete di questa nuova energia di trasformazione quando sentii che stavano integrando un’altra medicina molto potente: il rospo del deserto di Sonora, il Bufo Alvarius, mi misi a leggere le informazioni e mi decisi ad andare per provarlo. Sentivo che ancora c’erano degli schemi che controllavano la mia vita emozionale, per questo ero deciso a morire (a far morire quella parte di me che faceva soffrire) ma stavolta con qualcosa di sconosciuto: il 5-meo-DMT.

Sabato 20 aprile alle 11:30 arrivai sul posto e mi integrai col gruppo, cominciammo con l’introduzione, i facilitatori (Alberto e Erica) prepararono con amore la cerimonia.

Il giorno dopo alle 14:25 sentivo ansia e nervosismo all’estremo, respirai varie volte per calmare quella preoccupazione di non sapere con cosa mi sarei incontrato in questo mondo sconosciuto; cazzo, la pipa di vetro davanti ai miei occhi…no… no… “sii coraggioso” dicevo a me stesso. Erica era al mio lato e mi guardava con un sorriso di puro amore, poi mi disse: “Buon viaggio caro” e in pochi secondi (5-6) ho visto di colpo un mandala triangolare di luce, con Alberto di fronte a me che sorrideva, tutto si muoveva in una sinfonia dolce e armoniosa; sentii la mia energia, la mia anima non voleva uscire dal corpo. Erica cominciò a cantare canti sciamanici…e lì il viaggio ebbe inizio… con gli occhi aperti, un raggio di luce entrò nella mia ghiandola pineale, potente, mi distrusse l’ego in pochi secondi, all’improvviso entrai in trance, venni assorbito da una luce immensa dal terrore divino… durò alcuni minuti finché giunsi al sole centrale… luce, luce, luce, solo luce che bruciava tutto dentro le mie cellule infette da anni di vite passate… rimasi nell’assoluto, non c’ero più, non c’era nulla, solo luce… morii, mi trovavo al centro del cosmo, non c’era tempo ne null’altro…sentii i miei occhi piangere, lacrime calde come il fuoco che mi divorava…libero infine…

Tornai gradualmente al mio corpo, sentii nuovamente gli strumenti ed Erica cantare con Alberto…mi sdraiai pancia in su per osservare cosa mi stavo lasciando dietro. Gli altri partecipanti in cerchio mi stavano dando il bentornato con canti, vidi i cuori di tutti, sentii un amore infinito, lasciai il mio segno nel cosmo infinito.

Oggi, dopo vari giorni, sono nel qui e ora, centrato e più cosciente, non ci sono più il passato e il futuro!! Respiro per la prima volta!!! Grazie, non ho parole per esprimere quanto sono grato!!!

La cosa che mi sorprende è che ancora dopo due giorni sento il rospo e l’Ayahuasca lavorare in totale sinfonia insieme.

Questo è un miracolo…grazie infinite Alberto Varela!!!!

 

Carmelo Raffo

 


Nella foto si può apprezzare lo sguardo immerso nell’immensità del cosmo, una pace ed un’armonia, un’ammirazione e la sorpresa innanzi all’indescrivibile. Lungi dall’essere un’esperienza allucinogena, sta aiutando molta gente a comprendere l’esistenza, a perdonarsi per non aver compreso quanto preziosa fosse la vita e dell’opportunità che abbiamo per godere di ciò che siamo e abbiamo.

L’esperienza con l’Ayahuasca si fa di notte, quella con il Bufo di giorno, a testa in su verso il cielo, perché è una connessione con la luce, sia interna che esterna.

italia@innermastery.es

 

Quota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su