LA POLIZIA BELGA SI SCAGLIA CONTRO L’AYAHUASCA: In maniera anti-costituzionale e contro la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo, hanno impedito la realizzazione di un ritiro organizzato da Inner Mastery

PERCHÉ VIENE PERSEGUITA L’AYAHUASCA, SE NON È ILLEGALE?

Lettera si sostegno ricevuta da una partecipante a un ritiro in Belgio, il cui sviluppo è stato brutalmente impedito dalla polizia belga.

 

Giovedì scorso la polizia belga ha impedito l’inizio di un Ritiro di Evoluzione Interiore con Uso Terapeutico di Ayahuasca organizzato da Inner Mastery International; in maniera incostituzionale e contro la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo, le persone presenti nella casa in quel momento sono state trattenute, interrogate e minacciate in maniera inaccettabile, mentre i loro beni sono stati confiscati senza che la polizia facesse verbale di ciò, né fosse loro fornita l’assistenza necessaria di avvocato e traduttore in lingua madre.

La nostra organizzazione ha già intrapreso azioni legali consone per dimostrare forte e chiaro che il nostro lavoro si sviluppa in massima legalità, e che continueremo a svilupparlo pubblicamente e apertamente, e che sosterremo tutto il nostro team, in caso sia necessario, per dimostrare che il nostro lavoro è al di sopra di qualsiasi questione legale.

Laura Torrabadella


Carissimi,

Immagino che ormai saprete che il ritiro organizzato a Erezee (Belgio) non ha potuto realizzarsi.

Quando sono arrivata era in atto una grossa retata della polizia. Tutti coloro che stavano arrivando sono stati intercettati e personalmente interrogati e perquisiti (corpo, borse e auto…) e alla fine ci hanno intimati di tornare a casa. Dopo tutto quello che mi hanno fatto, e dopo una certa insistenza, mi è stato permesso di entrare e salutare lo staff di Ayahuasca International, che al momento era trattenuto all’interno. Alcuni di loro li conoscevo dal ritiro precedente di Inner Mastery in agosto. È stato terribile vedere persone ammanettate e trattate come se fossero criminali.

Mi sono stati chiesti il numero di telefono, email ecc. informazioni che ho dato senza nessun problema, dal momento che sono convinta di essere nel giusto. Ed è proprio per questo che vi scrivo, per informarvi e per farvi le mie più sentite scuse (a nome dei miei compatrioti belgi) per tutte le ingiustizie ricevute, e per dare il mio sostegno morale all’organizzazione. Forse questa mail verrà intercettata, ma di nuovo, non ho nessun problema con questo.

Sono stata informata che forse verrò contattata per testimoniare, cosa alla quale ho risposto che non ero disposta a testimoniare contro l’uso di Ayahuasca in un contesto terapeutico, dato che ne ho fatto esperienza e ho visto solo benefici in questa “droga”, essendo essa una droga nel senso originale della parola: medicina. Sicura, naturale, che NON dà dipendenza, e la cosa più importante, curativa! Preferirei testimoniare contro la grande industria farmaceutica, con tutte le morti e le malattie e la miseria delle quali è responsabile.

In occidente abbiamo un bisogno urgente di un cambiamento di coscienza e di tutti questi metodi “sicuri”, “naturali” e che “non danno dipendenza”, i quali possono aiutarci ad espandere la nostra limitata coscienza razionale, come la psicoterapia olistica, la meditazione, lo yoga e l’Ayahuasca…essi dovrebbero essere promossi e non proibiti. A questo punto dell’umanità, la coscienza è quasi una questione di sopravvivenza collettiva, se non vogliamo sparire collettivamente a causa di un disastro naturale, guerre di massa, attacchi terroristici o altri disastri causati dall’incoscienza umana. Come potrete leggere, tutta questa situazione è risultata in una grande delusione con il mio paese natale e mi causa una profonda tristezza. Tutto il mio sostegno è per lo staff di Ayahuasca International e Inner Mastery, che in questo momento starà probabilmente essendo interrogato dalla polizia belga. Per il momento andrò a meditare e a chiedere all’universo energia buona, mi farà bene meditare un poco in questo momento.

Con affetto,

Lieve D

Quota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su