RILANCIO DELLA SCUOLA EUROPEA AYAHUASQUERA. Aprendoci a nuovi modi per offrire le sostanze naturali enteogene.

RIFORMA DELLA PRIMA SCUOLA AL MONDO DI QUESTO GENERE

Fondata nel 2013 da Alberto José Varela, questo 7° anno di attività comincia con grandi novità…

 

La Scuola Europea Ayahuasquera è stata concepita partendo dalla comprensione di qualcosa che permeava la ricerca di un gruppo specifico di persone di tutto il mondo; questa scuola si rivolge specificamente a tutti coloro che si sentono spinti da precise motivazioni, che possiamo sintetizzare in questo modo:

PERSONE CHE VOGLIONO IMMERGERSI NEL MISTERO DELLA SAGGEZZA INNATA, CHE SENTONO LA NECESSITÀ DI ENTRARE IN CONNESSIONE CON LA PROPRIA ESSENZA SANATRICE, CHE SENTONO LA SPINTA A TRASCENDERE LE FORME PER TROVARE IL POTERE CHE MUOVE QUALUNQUE ENERGIA, PER GESTIRE IL SOSTEGNO E L’ACCOMPAGNAMENTO NEI PROCESSI DI EVOLUZIONE INTERIORE A PARTIRE DALL’AMORE.

All’interno di questo gruppo di persone, diversi sono i motivi che hanno spinto gli alunni a integrarsi nella Scuola:

1- Alcuni desiderano immergersi nel proprio processo di evoluzione interiore in modo più profondo, senza cercare un risultato specifico e senza dedicarsi professionalmente a questo.

2- Alcuni desiderano apprendere l’Uso Cosciente dei rimedi ancestrali, così come viene proposto secondo il nostro metodo.

A- per lavorare come facilitatori all’interno di Inner Mastery International.

       B- per lavorare per conto proprio nell’ambito di un’attività professionale indipendente.

 

Lo slogan che ci ha accompagnato fin dall’inizio è stato: “[l’arte di] imparare ciò che non può essere insegnato”; ora è il momento di ampliarne il significato e approfondire l’approccio, trasformandolo in: “La ‘medicina’ non sono le ‘medicine’”. Questo cambiamento è correlato al fatto che, in questi ultimi anni, gli alunni hanno appreso ciò che sanno in armonia con la propria individualità e il proprio modo di cogliere l’essenziale, elaborando in proprio lo sviluppo della giusta attitudine verso ciò che si apprende e comprende, così come verso le persone e gli strumenti; tuttavia è arrivato il momento in cui gli alunni si predispongano a trasmettere quello che hanno appreso, ed è proprio su questo punto che sorgono, insieme, il conflitto e l’opportunità. Perché  è fondamentale collocarsi in un luogo interiore di fiducia e amore per stabilire relazioni con gli altri e con l’esterno, dando origine così a un’attitudine guidata dalla luce della coscienza e dalla purezza dell’amore.

Per questo, in questa nuova tappa, vogliamo orientare il nostro approccio a partire dalla comprensione del fatto che è nella resa amorevole a qualunque cosa facciamo e a qualunque persona appoggiamo che si trova la “medicina” che sana profondamente, sia noi stessi che coloro a cui ci rivolgiamo.

In questo senso tutti gli strumenti che utilizziamo, tutte le conoscenze acquisite e tutte le esperienze accumulate passano in secondo piano, lo stesso vale per le “medicine”, perché il focus viene posto sul legame affettivo e rispettoso che stabiliamo con le persone.

 

Alcuni dei temi che approfondiremo in questa nuova tappa:

La visione dell’essere umano e della sua realtà sociale e individuale; il modo salutare di interagire con le persone che hanno necessità particolari in relazione alla salute, alla felicità, alla qualità della vita e al benessere.

La relazione del facilitatore con il malessere, i disequilibri e le malattie delle persone che desiderano essere accompagnate mediante il nostro supporto e sostegno.

Lo stato interiore di coloro che si dedicano agli altri. La trascendenza personale come mezzo di ispirazione indispensabile per le persone che arrivano a noi.

L’uso cosciente e amorevole del metodo: l’uso degli strumenti non come un modo per dimostrare il potere del facilitatore, né l’uso delle persone per dimostrare il potere del metodo o delle “medicine” stesse.

La sanazione di una nevrosi diffusa in tutto il mondo: voler essere sciamani, guaritori, “curanderi”, facilitatori, maestri, guide o guru: perché questo bisogno di essere qualcuno è in contraddizione con l’ontologia stessa della sanazione.

Approfondimento della MEDICINA ONTOLOGICA, un approccio sorto dalla Scuola Cosciente che affronta lo “stare bene” a partire dalla comprensione profonda dell’Essere della Salute. La malattia compresa da un punto di vista trascendente.

Le “medicine” non sono “la medicina”, è arrivato il momento di considerare in modo più ampio e profondo la salute umana, assumendo un’ATTITUDINE che, a partire dal punto di vista spirituale, abbracci il livello fisico, psico-emotivo, sociale e sistemico come un tutto integrato nella vita del singolo.

Dr. Mauricio Albanés Molina

consultamedica@innermastery.es

 

IL NUOVO DIRETTORE DELLA SCUOLA EUROPEA AYAHUASQUERA. Assume l’incarico il Dr. Mauricio Albanés Molina

 

 

Quota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su