È POSSIBILE CAMBIARE LA VITA DI UNA PERSONA?

DALL’OSCURITÀ ALLA LUCE

Testimonianza di una donna intraprendente

 

Salve,

Sono Hendara Rico Castro, faccio parte della squadra di Ayahuasca International.

Voglio condividere la mia testimonianza e confermare il mio appoggio e la totale fiducia a questo meraviglioso progetto che insieme stiamo costruendo.

Da bambina sono stata una persona ribelle ed anti conformista, per me la vita non aveva alcun senso, la società mi sembrava una pazzia dalla quale non trovavo uscita.

Mi sono sentita sempre inadeguata nel mio cammino di vita, le mie relazioni erano guidate totalmente dalla rabbia e dalla violenza.

Avevo un brutto rapporto con miei genitori e peggio ancora con i miei fidanzati.

Le discussioni erano continue, imponevo la mia forza attraverso le grida e la violenza fisica. Dietro queste discussioni sentivo un’orribile colpa in quanto non era la forma con la quale volevo comunicare.

Realmente sentivo che non volevo vivere.

In quel periodo tentai il suicidio, un cocktail di pastiglie ed alcool fu il metodo prescelto, da anni mi rifugiavo nelle droghe, presi qualsiasi tipo di sostanza pensando che questa evasione avrebbe risolto la mancanza di felicità e sarei riuscita a far passare la vita più rapidamente.

Il mondo della notte mi portava amici passeggeri, amore ed accettazione da parte di tutte le persone con le quali mi riunivo. Lì ero rispettata e stimata.

Sembrava che la vita avesse qualcosa di preparato per me che io ancora non conoscevo.

A 23 anni iniziai diverse terapie e trattamenti per guarirmi e ritrovarmi. Meditazioni, Yoga, Chi kung…

Con queste terapie incominciai a scorgere un mondo nuovo, una nuova forma di sentire ed agire. Questi metodi erano più concordi con i valori che realmente volevo che operassero nella mia vita.

Incominciò ad aprirsi il cammino verso la guarigione.

Ora ho 38 anni, da Novembre 2014 continuo ad assumere Ayahuasca e partecipare ai ritiri di Ayahuasca International e mi sorprende quello si è manifestato e che ho scoperto in me in così poco tempo.

Ho elaborato la colpa, l’attaccamento alla sofferenza, l’immagine che portavo interiormente dei miei genitori, l’idea che la donna è debole, ho guarito il mio lignaggio femminile, mi do il permesso di chiedere, e per questo ho imparato a ricevere e a dare, ho sciolto il controllo e riacquistato stima di me stessa, ho liberato mio figlio dal controllo affinché sappia chi è, ho scoperto la paura della morte, questa paura realmente mi impediva di rinascere.

In sintesi ho trasformato la mia vita in poco tempo, qualcosa che non ero riuscita ad ottenere per anni.

Ho compreso che dietro la mia maschera da Guerriera si nasconde tutto il contrario, una grande dolcezza e sensibilità.

Sono orgogliosa di me stessa, del mio impegno personale, della forza che ho per crescere ed evolvere.

Sappiamo che noi stessi abbiamo la responsabilità ed il potere di guarirci, non trasferiamo il potere di ognuno di noi, né alla medicina, né al Taita, tu guarisci te stesso.

Quando scopri la tua oscurità e l’attraversi vedi la tua luce, vedi chi realmente sei.

Frequento anche la Scuola Ayahuasquera formandomi come facilitatrice, cosa che mi appassiona.

Parliamo di condizionamenti, caratteri… tutta quello che riguardi il dare consapevolezza ai condizionamenti che stanno bloccando il nostro essere.

Dalla mia visione come partecipante ai ritiri ed alla scuola, il lavoro è impeccabile, non si pone l’attenzione nella toma di Ayahuasca, bensì nel lavoro psicoterapeutico.

Metto in evidenza con la mia esperienza il rispetto col quale si usa alla medicina.

I ritiri hanno accompagnamento musicale, tanto in audio come dal vivo per accompagnare i processi dei partecipanti.

Per la mia esperienza personale mi sento compromessa con il cuore ad accompagnare altre persone in questo processo. Per questo mi fido del lavoro che realizziamo in Ayahuasca International.

L’occidente sta molto male, viviamo nella rivalità. L’unica maniera che vedo per rafforzare un cambiamento reale è aiutare le persone a comunicare tra loro attraverso il sentire ed il cuore. Ayahuasca International non ti sottrae il potere, ti aiuta ad acquisire e a prendere decisioni dall’essere, tutto passa attraverso il tuo cuore. Questo è ciò che vedo in me e nei partecipanti ai nostri ritiri.

Il motore che muove l’organizzazione è l’amore e l’appoggio al cambiamento interiore delle persone e di conseguenza della società.

Lavoro in questo per la guarigione e l’espansione della consapevolezza.

Sono orgogliosa di me e del lavoro che realizziamo in Ayahuasca International. Mi fido di quello che facciamo e come lo facciamo. Voglio continuare a condividere la mia esperienza e credo nel nostro lavoro.

Grazie ad Ayahuasca International per quello che ha generato nella mia vita.

Grazie ad Alberto Varela per offrire questa opportunità e trasmettere tutta la tua saggezza agli altri.

Grazie alla squadra di Ayahuasca International, la mia famiglia, non di sangue, per il compromesso e l’amore che riponete giornalmente in questo lavoro.

Grazie ai partecipanti per il vostro coraggio ad affrontare le vostre maggiori paure.

Grazie a me per permettermi e meritarmi questi momenti.

 

Hendara Rico Castro

 

Quota

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top