TESTIMONIANZA: AYAHUASCA, COME UN ASCENSORE CHE CI SOLLEVA VERSO L’AMORE. Un uomo che dopo tanti anni si è connesso con lo scopo della sua vita.

TUTTI I GIORNI RICEVIAMO TESTIMONIANZE MOLTO DIVERSE CHE HANNO QUALCOSA IN COMUNE…

Una grande gratitudine e sorpresa per quello che sperimentano nei ritiri con l’Ayahuasca. Ognuno lo racconta alla propria maniera, ed è interessante osservare il fenomeno di quello che raccontano e di come lo sperimentano.

In questo caso mi ha colpito molto la semplicità di chi racconta la decisione di formarsi e qualificarsi per collaborare con l’espansione dell’Ayahuasca e il risveglio della coscienza in luoghi con poche risorse economiche.

 

Caro Alberto Varela:

Prima di tutto, vorrei ringraziarti, insieme allo staff di Ayahuasca International che c’era a Tepoztlan, (Messico) per avermi accolto calorosamente e per l’eccellente accompagnamento durante il mio processo con Ayahuasca e terapia.

Il motivo della presente è per raccontarti della mia meravigliosa esperienza del ritiro al quale ho assistito in gennaio:

Nella mia vita quotidiana tutto andava bene, fino a che un giorno (5 anni fa) ebbi una perdita in famiglia ha scatenato in me una serie di paure e colpe, una depressione per la quale vivevo in una maniera triste e stressata, quasi senza senso.

Per un caso del destino sono incappato nella tua pagina, avevo già sentito parlare della pianta magica Ayahuasca e delle sue incredibili guarigioni nelle diverse persone, ma leggendo i tuoi testi pubblicati, immediatamente mi sono identificato con te e i tuoi messaggi grazie ai quali ho sentito in maniera specifica che avrei dovuto partecipare al ritiro di Tepoztlan, vicino a Città del Messico.

Per molto temo mi sono preparato in temi legati alla spiritualità e al cambiamento di coscienza nei tempi difficili che ci tocca attraversare oggigiorno.

Fin da piccolo sentivo gratitudine nel cuore per il dono della parola, e ho compreso che la mia missione era di aiutare agli altri a risvegliarsi, ma non sapevo quando si sarebbe presentata questa opportunità.

L’opportunità è arrivata, però anche le difficoltà. Ho dovuto chiedere un prestito e vendere alcune cose per pagarmi il viaggio ed il costo del ritiro, faccio presente che sono originario della città di Mérida Yucatan (terra dei maya) di grande energia cosmica e ancestrale, e ho dovuto viaggiare da molto lontano per arrivare al ritiro di Tepoztlan.

(È stato il miglior investimento della mia vita)

All’arrivo mi hanno accolto molto bene, e si è creato un bel gruppo nel quale ho percepito un empatia meravigliosa.

Quando è arrivata l’ora del processo con l’Ayahuasca, grazie ai canti dall’energia sciamanica, ho cominciato a depurarmi, a liberarmi dalle tossine e da tutti i miei timori, paure e cattive vibrazioni che mi portavo dietro.

C’è stata un’apertura di coscienza inimmaginabile nella seconda assunzione nella quale ho vissuto un’esperienza meravigliosa, che è molto difficile da descrivere, nella quale ho sentito una connessione con l’universo, una gratitudine totale alla vita, un distacco dai possedimenti materiali e dalle persone, una pace totale e un amore al 100% come mai avevo sentito prima.

Il lavoro terapeutico è perfetto, perché aiuta a specchiarsi nel gruppo e rendersi conto che essenzialmente siamo lo stesso Essere.

Sebbene siamo tutti come dei robot programmati con differenti software per la paura, la tensione, la colpa, ecc, l’Ayahuasca produce un’apertura di coscienza e una de-programmazione rapida come un super ascensore di un edificio (un modo veloce di ottenere l’espansione della coscienza, mostrandoci che tutti siamo amore).

Questo mi ha lasciato di stucco, la mia percezione è cambiata al sentire che tutto si basa sull’amore.

Nella mia vita quotidiana, la percezione che ho avuto al ritiro ha generato in me una nuova attitudine alla vita, una nuova coscienza: che la mia vita fosse destinata ad aiutare agli altri a raggiungere questo stato di amore.

Sento nel cuore che il mio destino è aiutare a espandere questo movimento qui e ora, e poter appartenere alla famiglia che tu hai creato con i tuoi sforzi.

Se me lo permetti, mi piacerebbe appartenere a questa famiglia amorosa, come facilitatore e così poter sostenere tutti coloro che hanno bisogno di questa grande pianta di potere.

Qui nella mia città non ho nessuno che possa accedere a questo meraviglioso rimedio, dovrei spostarmi verso il centro del Paese per fare un ritiro e questo avrebbe un costo per le persone che non hanno le risorse economiche per viaggiare.

Comunque credo, come te, che questo movimento debba essere universale e noi dovremmo fare in modo di farlo giungere a tutti coloro che lo chiedano o ne abbiano bisogno.

Vorrei poter sostenere la causa ed essere un tuo pari in questo meraviglioso compito ed espandere il movimento di amore e gratitudine verso gli altri…

Vorrei sapere se c’è qualche luogo più vicino oppure un metodo virtuale per istruirmi.

Spero di poter ricevere il tuo sostegno ed le tuo indicazioni per poter aiutare di cuore senza nulla in cambio, se non la felicità e l’amore di aiutare il prossimo.

Spero tu possa leggere questo umile testo che viaggia dal mio cuore al tuo, sperando di avere l’opportunità di essere scelto per questa grande avventura.

Resto in attesa e spero in una tua risposta

Grazie…

RAMON PANTOJA R.

Quota

4 commenti su “TESTIMONIANZA: AYAHUASCA, COME UN ASCENSORE CHE CI SOLLEVA VERSO L’AMORE. Un uomo che dopo tanti anni si è connesso con lo scopo della sua vita.”

  1. vorrei partecipare ad un vostro ritiro mi piacerebbe roma dal 1 al 4 marzo tel 3473444507 chiamatemi

  2. Vi chiedo aiuto se ci sono qualche pianta che può curare mio figlio dal
    gr eroina alcol della tossicodipendenza. Grazie. Fatemi sapere risposta grazie

    1. Lo Staff del Blog

      Ciao Stefania ,come possiamo eserti di aiuto ? Per noi aiutare gli altri non e’ lo scopo della nostra vita , perche’ in realta’ possiamo solo aiutare noi stessi , pero’ volentieri se possiamo fare qualcosa , siamo qui a tua disposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su